Hygge: la felicità sta dentro casa

La felicità sta dentro casa.

La nostra via all’hygge.

Hygge la felicità sta dentro casa
calde atmosfere stile Hygge
calde atmosfere stile Hygge

Specie in inverno, se vogliamo andare a scuola di felicità possiamo guardare a Nord, molto a Nord, dove il freddo piace e dove le persone hanno imparato ad apprezzare i doni di questa stagione, per loro ancora più lunga.
In Danimarca e Norvegia esiste la parola Hygge, che sta per Felicità (un tipo di felicità legata al senso di appagamento); un concetto simile in Norvegia è reso da Lagom, che invece riconduce più ad un senso di equilibrio, moderazione e semplicità.
Dal 2016 il termine hygge è inserito fra le nuove parole dall'Oxford Dictionary, quindi possiamo accogliere questa idea, e lasciarci abbracciare da un’idea di felicità che ci porta a stare in casa, in tutta comodità, tra piaceri semplici e lontani dalla frenesia.

L’inverno, nel buio nordico, è la stagione delle candele accese, delle tisane bollenti e profumatissime, di tempo per sé, di hobby da fare insieme a qualche familiare, dei dolci natalizi da condividere con pochi amici e di una casa che accoglie con calore e intimità.
Queste cose semplici, che fanno stare bene e danno una felicità quotidiana, tranquilla, sono hyggeligt.

I cittadini danesi risultano essere i più felici del mondo, oltre che campioni nel consumo di dolci e di candele.
Vale la pena ascoltare il loro insegnamento, e provare a trasformare le nostre vite e le nostre case secondo le loro indicazioni.

Il decalogo hygge:

 

  • Luce: candele, luci basse, soffuse, caminetto acceso
  • Stare insieme, con (pochi) amici e con la famiglia, in un'atmosfera simpatica e leggera
  • Attenzione: niente cellulari o distrazioni esterne. Si sta insieme per godere del momento
  • Cibo e bevande da preparare insieme, a mano, secondo ricette tradizionali
  • Dolci: concedersi momenti di dolcezza, anche per il palato, con torte e cioccolata
  • Contatto con la natura, ad esempio facendo passeggiate nel bosco, in silenzio
  • Natale: è il periodo più hyggeligt dell’anno
  • Comfort: la casa diventa un caldo abbraccio, con cuscini, coperte, tappeti (meglio se a pelo lungo)
  • Relax: da soli, ci si dedica alla cura di sé, del corpo, o alla lettura, senza guardare l’orologio
  • Armonia: si sta insieme in modo piacevole, evitando argomenti polemici e discussioni
Relax e un buon libro

La casa hygge

 

Una casa hyggeligt è confortevole e accogliente, trasmette sicurezza e intimità. L’arredo e i complementi favoriscono le attività di relax e di piacevolezza.
Trionfano i tessili, morbidissimi e caldi: cuscini, tappeti si moltiplicano e si sovrappongono, ma sempre in ottica di semplicità e funzionalità scandinave.
Gli ambienti sono raccolti, ma al tempo stesso luminosi: le pareti sono chiare, l’illuminazione è molto curata.
Si prediligono i materiali naturali, primo fra tutti il legno (in essenza chiara).

Ogni stanza, dall’ingresso alla cucina, fino al bagno, può essere interpretata secondo i dettami hygge, puntando ad accoglienza e relax, ma esiste una parte della casa (a scelta di chi vi abita) che diventa la preferita per trascorrere tempo in modo hygge.

Ambienti chiari e materiali naturali
Ambienti chiari e materiali naturali

Ecco i consigli da copiare per creare
questo luogo speciale anche nelle nostre case:

 

  • Aggiungi cuscini e una coperta sul divano
  • Arreda il salotto con grandi tappeti, in modo da poter camminare scalzi. Prediligi tappeti dal vello spesso, particolarmente confortevoli e caldi.
  • Scegli di avere un caminetto, o una stufa, per apprezzare la visione del fuoco vivo.
  • Abbonda con le candele, in diversi angoli di casa.
  • Prevedi alcune sedute anche in cucina, dove si passerà tempo preparando insieme dolci e altre leccornie.
tappeti-stile-hygge-la-felicita-sta-dentro-casa

Ti piacciono questi tappeti?

Vuoi conoscere il rivenditore più vicino a casa tua?
Inserisci il CAP e la tua e-mail per ricevere l'elenco dei negozi nella tua zona.

 




    Condividi
    Nessun commento

    Lascia un commento