Scelte green consegne sostenibili

Scelte green: le consegne a domicilio

Essere green è una questione di scelte quotidiane, ma anche di cura dei dettagli, specie quando si entra in un’ottica di miglioramento continuo e di avvicinamento progressivo ad uno stile di vita (o di business) davvero rispettoso dell’ambiente. Una conquista che si fa a piccoli passi, giorno per giorno. Un tema importante, a questo proposito, è quello dei trasporti, ed in particolare delle scelte green consegne sostenibili a domicilio, destinate a diventare sempre più sostenibili, anche grazie alle spinte da parte dei clienti attenti a questo aspetto..

 

scelte green consegne sostenibili
Servizi di consegna Green
Servizi di consegna Green

Prendendo in esame il nodo cruciale delle consegne green, è opportuno considerare alcune tendenze:

• Cresce l’home delivery
• Alcuni grandi brand hanno fatto scelte radicali in tema di trasporti green
• Allerta coerenza: attenzione al rischio green wash
• I droni hanno fallito
• Il futuro: i robot sono fantascienza?

Servizi di consegna green: l'ultimo miglio è strategico

 
La questione interessa tanto le aziende quanto gli utenti.
Questi – al di là delle statistiche, è sotto gli occhi di tutti – sono sempre più inclini a ricevere a casa i propri acquisti, si tratti di shopping online come di fruizione di servizi con “home delivery”, che in tempo di pandemia si sono sviluppati esponenzialmente.

Le città non sono certo nuove al panorama di intere flotte di mezzi di ogni dimensione, ma negli ultimi anni si è assistito da un proliferare di mezzi sempre più green.
Dapprima avevano un che di pittoresco ed estroso, come revival di mezzi d’altri tempi, ma poi sono tornate in auge le bicilette, anche in versione risciò, elettrico o a pedali, fino ad arrivare ai “rider”, vero e proprio fenomeno sociale.
Sono infine sorte aziende specializzate in consegne green, utilizzando esclusivamente mezzi elettrici, ideali per le zone a traffico limitato dei centri urbani.
Un brand che voglia puntare a fare della sostenibilità ambientale un valore riconosciuto dai suoi clienti, dovrebbe perciò considerare seriamente le sue modalità consegna a domicilio, che rappresenta l’ultimo miglio dell’intero sistema di trasporto.
È un aspetto che assume rilevanza perché rende visibile, concreto, l’impegno aziendale per diminuire le emissioni e alleggerire così l’impatto complessivo del suo prodotto.

Home delivery
Home delivery

I grandi brand fanno da traino

Si tratta di aziende globali, ma soprattutto capaci di scelte forti, che diventano materiale per una comunicazione istituzionale basata su veri principi fondanti.
Il colosso mondiale dell’e-commerce ha annunciato il progetto di elettrificare l’intera flotta per le consegne a domicilio (elemento cardine del suo modello di business, su cui fonda la sua fortuna) e sta lavorando per rivoluzionare il concetto stesso di logistica, in chiave digitale.
L'Oréal Italia ha lanciato l'iniziativa "Consegne green" nei centri storici di 8 città italiane (Milano, Torino, Pavia, Bergamo, Vicenza, Belluno e Roma): la consegna dei prodotti ad oltre 1000 punti vendita (per un totale di oltre 10mila consegne l’anno) avverrà esclusivamente su veicoli elettrici e biciclette.
Si calcola che verranno così risparmiate circa 13 tonnellate di CO2.

ZTL, flotte elettriche e packaging

Ad aumentare non è solo la richiesta di consegne a domicilio. In tutta Europa le zone a traffico limitato dei centri urbani e le zone a basse emissioni (LEZs) stanno crescendo in dimensione, di pari passo con la sensibilità dei cittadini al tema dell’inquinamento urbano. Shopping online e home delivery non devono più essere alternative alla qualità dell’aria. Di conseguenza anche i costruttori di veicoli si stanno adeguando, presentando al mercato nuove gamme di veicoli elettrici con maggiore autonomia, che renderanno possibili consegne green anche di grandi volumi e su un raggio d’azione più ampio.
Sono mutati i comportamenti di acquisto e di fruizione, e anche il trasporto si evolve. Per ottimizzare i costi delle consegne green, si scelgono imballaggi meno ingombranti, cercando un nuovo punto di equilibrio tra servizio e impronta ecologica.

scelte-green-consegne-sostenibili-lets-go-green

Parola d’ordine: coerenza

 
Un brand che procede in direzione green deve avere uno sguardo a 360 gradi sulla sostenibilità, e muoversi con ferrea coerenza in tutte le sue scelte in materia.
Il caso dei rider, nuova categoria di lavoratori che fatica a trovare un equo trattamento, ha puntato i riflettori sul nodo della sostenibilità sociale.
Un’azienda non socialmente sostenibile incontra resistenze anche in ambito azionario, come dimostra il caso del timido debutto alla Borsa di Londra di Deliveroo.
Agli occhi dei consumatori, poi il rispetto sociale è l’altra faccia della medaglia della sostenibilità tout court.
Per conquistare credibilità, un brand deve allinearsi a questo valore ed essere totalmente trasparente.
Allo stesso modo, alcuni progetti solidali hanno esteso il loro valore di rispetto anche all’ambitente, optando per packaging plastic free e trasporti elettrici.

Rider e consegne nelle aree urbane
Rider e consegne nelle aree urbane

I droni hanno fallito?

Ha fatto scalpore, l’anno scorso, un altro annuncio – sempre del colosso dell’e-commerce – riguardo la possibilità di spostare su via aerea le consegne, liberando così le strade dai sempre più numerosi fattorini. Possibile tecnicamente, meno attuabile nella realtà, dove la complessità di flotte a bassa (bassissima) quota non è gestibile.
Oltre ai regolamenti in materia di volo, i droni si sono letteralmente schiantati contro l’impatto ambientale dato che, sulla base di alcune simulazioni, si calcola che questi droni multicottero utilizzerebbero 10 volte più energia dei furgoni di consegna standard, risultando inaccettabilmente inefficienti.
Nelle aree urbane densamente popolate i furgoni elettrici restano dunque l’opzione di consegna più efficiente dal punto di vista energetico.

Robot da fantascienza

Sistemi di Urban Delivery e Urban Air Mobility restano comunque un ambito di ricerca affascinante, dove i mezzi a pilotaggio remoto potrebbero aprire scenari nuovi, per ora solo da fantascienza.
Tra le proposte a terra, ma sempre avveniristiche, c’è quella di veicoli a guida autonoma abbinati a robot postini, con sembianze di cani.
I dogrobot scenderebbero dai veicoli per consegnare i pacchi direttamente ai destinatari.

Siamo pronti per questo, o ancora un saluto scambiato con il postino o con un fattorino sono cosa gradita?

Urban delivery - air mobility
Urban delivery - air mobility

Per noi di Olivo Tappeti, la sensibilità per l’ambiente è molto importante, come dimostra il nostro catalogo, con oltre 80% dei prodotti riciclabili e molti altri realizzati con materiali riciclati, e con le linee in cotone naturale. 

Vuoi conoscere il rivenditore più vicino a casa tua?
Inserisci il CAP e la tua e-mail per ricevere l'elenco dei negozi nella tua zona.




    Condividi
    Nessun commento

    Lascia un commento