Olivo Tappeti come smaltire il packaging

L’ETICHETTA CHE TI AIUTA AD ESSERE SEMPRE PIU’ GREEN

Un QRcode in etichetta indica il corretto smaltimento di ogni elemento dei nostri packaging.

indicazioni per lo smaltimento degli imballi
indicazioni per lo smaltimento degli imballi

Questa è la ricetta per mantenere la posizione di leadership che, anno dopo anno, ha conquistato, affermandosi come prima azienda specialista di tappeti in Italia e in Europa, a 360 gradi.
Olivo presidia, infatti, l’intero mondo del tappeto e segue ogni segmento del mercato attraverso le divisioni Olivo Tappeti, Olivo Pro e Platinum Custom Rugs.

Ad oggi l’azienda è considerata il partner più affidabile per distributori, rivenditori e professionisti di interior design che operano nel settore casa, ed è proprio con loro e con tutti i suoi collaboratori, che Olivo Tappeti festeggia oggi con orgoglio e immensa gioia questo primo grande tratto di strada percorso, che non considera un traguardo, ma solo il proseguo di una storia iniziata 40 anni fa.

Era, infatti, il 1982 quando il Cav. Marcello Olivo muoveva i suoi primi passi nel commercio di tappeti per la casa, con una grande voglia di fare impresa e una buona dose di intuizione. Un sogno che si è realizzato e successivamente evoluto con l’ingresso in azienda, nel 1992 e nel 1997, dei figli Matteo e Francesco.
Un’evoluzione in termini di volume d’affari, di metri cubi di magazzino, di conquista dei mercati esteri e di tecnologia e innovazione nei settori logistico e commerciale.
Dal 2002 compare la firma su tutti i tappeti, la sigla della moglie Valeria, altro tassello fondamentale della storia di Olivo Tappeti.

La famiglia Olivo
La famiglia Olivo

Quello degli imballaggi è un tema molto importante per i business, dato che la logistica può assumere un peso considerevole nella sostenibilità complessiva di un prodotto.
Questione che si pone su un duplice fronte, e che interessa il B2B, relativamente alla spedizione della merce dal produttore al punto vendita, ma anche l’impatto sulla vita quotidiana del cliente finale.
Sarà lui, infatti a trovarsi di fronte all’operazione dello smaltimento degli imballi.
Un’azione cui ormai tutti sono abituati, ma che è cruciale si svolga nel modo corretto e, possibilmente, senza grandi mal di testa, pena l’abbandono delle procedure e un ricorso in extremis all’indifferenziata.
Per questo, l’esito felice dello smaltimento è un onere dell’impresa produttrice, il soggetto che sta a monte dell’intera filiera che porta al corretto iter di smaltimento degli imballi.

Un QRcode in etichetta indica il corretto smaltimento
Un QRcode in etichetta indica il corretto smaltimento

Un QRcode che rimanda ad una guida semplice.

 

Si può affrontare questa problematica anche dal punto di vista del brand, della qualità che esprime, della sua natura “green” e del valore che apporta nella vita delle persone, a tutela dell’ambiente.
Essere green a parole non funziona più già da tempo, l’accusa di green washing (operazioni di facciata che non trovano riscontro nei comportamenti quotidiani) è una minaccia sempre pronta, grazie anche ad una crescente sensibilità delle persone riguardo questo aspetto.
Al contrario, i propositi ambientali vanno supportati costantemente da comportamenti visibili, dagli effetti tangibili per tutti.
Un brand che si occupa della questione ambientale mette in atto strategie per diffondere questa cultura, e si assume la responsabilità dell’intera filiera, fino al consumatore finale.
 

Olivo Tappeti come smaltire il packaging
Olivo Tappeti come smaltire il packaging

Non bastasse, ecco che subentra la normativa. Dal 1° gennaio 2023 entrerà in vigore l’obbligo di etichettatura ambientale: ogni imballaggio immesso al consumo in Italia (sia di produzione locale, sia di importazione) dovrà essere opportunamente etichettato, così da dare in modo chiaro al cliente finale tutte le indicazioni, per facilitare la raccolta, il riutilizzo, il recupero e, infine, il riciclaggio attraverso la raccolta differenziata.

Noi abbiamo già provveduto, inserendo nelle nuove etichette un QRcode che rimanda ad una guida semplice, per immagini, relativa ai diversi elementi che si trovano sui nostri tappeti e zerbini. Per ciascun dettaglio del packaging (etichette, cartoncini, “cavallotti”, appendini) si definisce il materiale di cui è composto, in termini tecnici, e si indica la relativo destinazione del conferimento, tra carta e plastica, utilizzando un elementare sistema di immagini.

 

Olivo Tappeti indicazioni smaltimento packaging carta plastica

Ti piacciono i tappeti con la firma?

Vuoi conoscere il rivenditore più vicino a casa tua?
Inserisci il CAP e la tua e-mail per ricevere l'elenco dei negozi nella tua zona.

 





    Condividi
    Nessun commento

    Lascia un commento