Arredare il giardino fai da te

Arredare il giardino fai da te

Prepara il giardino alla bella stagione, con il fai da te.

diventare azienda green nel mondo dei tappeti
arredare-il-giardino-fai-da-te-prato-sintetico

In foto - i rotoli di prato sintetico che si posano con facilità

Arredare pianerottolo scale interne

“Aprile, non ti scoprire”. Il proverbio si conferma valido, perché la primavera è sempre un alternarsi di caldo che appare persino eccessivo, e un freddo improvviso che fa temere di essere tornati indietro con la stagione.
In realtà è tutto normale, ed è per questo che il periodo è il migliore se vogliamo dedicarci al fai da te in giardino, per arredarlo e averlo pronto per quando non ci saranno più dubbi, e la bella stagione sarà stabilmente arrivata.

Certo è che in questo periodo dell’anno torna la voglia di lavorare in giardino, per pulire e sistemare gli arredi, o per piantare i fiori e piante che si vorranno godere in estate.
Spesso non si tratta solo di spolverare (magari con un’idropulitrice) gli oggetti che avevamo riposto; questo è anche il momento di lavori un po’ più impegnativi, come creare o ripristinare aiuole, rifare il prato, ridefinire steccati, predisporre impianti di irrigazione o progettare vialetti e pavimentazioni.
Sono lavori da affrontare finché non è troppo caldo per lavorare, e mentre il giardino ancora viene poco utilizzato.

arredare-il-giardino-fai-da-te

In foto - il piacere di stare fuori con l'arrivo della bella stagione

prepara-il-giardino-alla-bella-stagione

In foto - preparare e arredare il giardino fai da te 

Godersi il giardino come un salotto

Non dobbiamo pensare di restare confinati in casa per sempre, però l’anno trascorso in pandemia ha reso evidente a tutti quanto uno spazio esterno faccia la differenza nella qualità dell’abitare.
In molti hanno iniziato a guardare con occhi nuovi il giardino, che torna ad essere un vero e proprio “salotto d’estate”, e come tale va considerato.
Ecco allora che il design si sposta su divani e poltrone da esterno, con proposte in rattan, in metallo o in plastica, una scelta comoda perché i pezzi sono più leggeri, facili da spostare e da mantenere puliti, e talvolta persino ecologica, se la plastica è riciclata.
Se ne trovano di ottimo design, anche nella grande distribuzione, e sono ben presenti nel sempre più fiorente mercato delle vendite di seconda mano, una scelta green che consente di fare anche ottimi affari.
L’idea di arredare il giardino con il fai da te, poi, resta sempre un’ottima alternativa per chi vuole esercitare una certa manualità.
Si moltiplicano idee e tutorial, da trovare online, per realizzare sedute con materiale di riciclo.
Tra questo, il principe resta il bancale in legno (pallet), che si presta davvero ad infinite soluzioni.
Salotto vuol dire anche sala da pranzo o cena, ed ecco che il tavolo diventa importante, e compaiono sedie o panche per accogliere la famiglia e gli amici. Il desiderio di riunirsi per condividere la tavola resta uno dei punti fondamentali dell’”Italian way of living”.

arredare-il-giardino-fai-da-te-panca-e-tavoli

In foto - salottino per esterno  fai da te  con bancali

Il manto erboso sotto i piedi

Un dettaglio tutt’altro che secondario è rappresentato dal prato.
Vivere outdoor è sinonimo di addentrarsi nelle sensazioni della natura, quindi è particolarmente desiderabile alternare le superfici pavimentate ad aree verdi.
La primavera è la stagione della grande manutenzione del verde, e del giardinaggio.
Accade però che questo desiderio debba essere mediato con la disponibilità a fare fatica fisica.
A questo corrisponde la crescente diffusione dei robot rasaerba, che concretizzano il sogno di un prato sempre perfetto che “si mantiene da solo”, e in molti casi si va molto vicini a questo risultato.
Per non rinunciare in estetica, ma puntare alla massima comodità, si può infine valutare di stendere un manto erboso artificiale.
Ne esistono di diverse qualità, e corrispondenti prezzi. In tutti i casi si tratta di un prodotto in polipropilene, materiale indeformabile che non si altera alla luce del sole, con un fondo drenante (può essere in lattice o resinato in gomma dura). La versione più economica ha un colore verde brillante e ricorda il prato rasato, con un’altezza di appena 7 millimetri.
Dà un’ottima resa come bordura per una piscina, per ricoprire terrazzi o per allestire un’area giochi dei bambini, mettendo d’accordo estetica e sicurezza. Se invece si vuole di più, meglio scegliere la versione “manto erboso”, che avrà un’altezza di 30 millimetri e un color verde davvero uguale ad un prato naturale. In questo caso, dunque, si avrà un vero prato, con nessun onere di mantenimento.

grass-green-prato-sintetico-in-rotolo

In foto - due qualità di Grass Green by Olivo Tappeti

Sopra la testa: ombrellone, pergola, tende e verde naturale

Per completare il nostro salotto all’aperto e arredare il giardino per farne uno spazio godibile, non dimentichiamo di alzare gli occhi al cielo, e provvedere ad una schermatura del sole.
Sarà utile anche per creare una zona riservata, dove rilassarsi completamente. In linea con il nostro gusto personale, con lo stile che vorremo dare a questo angolo di giardino, ma anche con le concessioni edilizie, potremo propendere per un sistema di tendaggi, ombrelloni o pergole varie, fino a coperture che si creano lasciando crescere delle piante rampicanti.
E anche in questo si potrà dare sfogo a voglia di fai da te, arte di arredare il giardino in modo unico.

corsie-per-esterno-arredare-il-giardino-fai-da-te

In foto - cuscini, colore e stuoie per arredare con stile

pergole-patio-e-gazebo-in-giardino

In foto - Coperture naturali per il giardino

Ti piacciono questi tappeti?

Vuoi conoscere il rivenditore più vicino a casa tua?
Inserisci il CAP e la tua e-mail per ricevere l'elenco dei negozi nella tua zona.




Condividi
Nessun commento

Lascia un commento